COME SFRUTTARE LA PROFONDITA’ DI CAMPO

profondita_di_campo2La profondita’ di campo e’ la distanza che intercorre tra il soggetto fotografato e cio’ che ha alle sue spalle, che costituisce lo sfondo.

La macchina fotografica puo’ esprimere questa distanza (se lo vogliamo) attraverso l’uso dello sfuocato (piu’ un oggetto e’ lontano dal nostro soggetto, piu’ e’ sfuocato).

Questo ci da’ la possibilita’ di scattare foto con effetti piu’ creativi.

Chi inizia a fotografare con una macchina fotografica Reflex generalmente tende a scattare in automatico (imposta la rotellina sulla voce in verde).
Questa e’ una scelta comoda, perche’ lascia che la macchina decida tutte le impostazioni per fare una foto scientificamente perfetta, ma ha lo svantaggio che possiamo solo inquadrare e scattare, senza avere voce, per esempio, sui punti di messa a fuoco.profondita_di_campo
Quando le macchine fotografiche iniziano a essere piu’ complesse danno la possibilita’ di scegliere parzialmente o totalmente i propri parametri, regolando messa a fuoco, diaframma, otturatore, esposizione e ISO.

Scattando una foto si puo’ per esempio decidere se avere un solo punto di messa a fuoco o diversi. Questo (e non scattare in automatico) ci permette di giocare con la messa a fuoco.

Tenendo l’obbiettivo chiuso (schiacciato) la foto sara’ piu’ piatta, mentre aprendo l’obbiettivo, cioe’ zoomando, la macchina fotografica sara’ predisposta per fotografare cose lontane, quindi sara’ piu’ sensibile alla distanza nei soggetti vicini.

Provate per esempio a fare una foto zoomando sul soggetto, ma andando fisicamente indietro per farlo entrare bene nell’inquadratura. Come risultato cio’ che e’ lontano dal soggetto sara’ sfuocato, e piu’ e’ lontano, piu’ e’ fuori fuoco.
Vale anche il contrario, quindi se mettete a fuoco qualcosa di lontano, quello che e’ vicino sara’ fuori fuoco.

Le due foto a fianco sono state scattate a pochi secondi di distanza e non sono state ritoccate. Nella prima l’obbiettivo e’ chiuso e la distanza tra i due soggetti e’ breve.
Notate come non ci sia differenza tra i due soggetti, e lo sfondo non sia particolarmente sfuocato.

Nella seconda foto la distanza tra i due soggetti e’ aumentata, l’obbiettivo e’ aperto (lo zoom e’ attivo) e il fotografo e’ andato indietro. Qui e’ evidente come la madre, piu’ indietro, sia fuori fuori fuoco, e man mano che la distanza aumenta anche lo sfondo si fa piu’ sfuocato.

Imparare a usare bene la profondita’ di campo permette di fare foto molto gradevoli e dagli effetti creativi.

Sottoscrivi per aggiornamenti gratuiti!

Lascia un commento