COME FARE FOTO SPORTIVE

linea_del_movimentoQualcuno potrebbe pensare che per fare buone foto di sport sia sufficiente fotografare gente che gioca bene, ma non e’ cosi’.
Tempo fa ho assistito a un allenamento e non sapendo niente di calcio, ho chiesto all’allenatore di preparare qualche azione, mentre io avrei fotografato gli atleti giocare in modo naturale.
Il risultato e’ stata una grandissima confusione e non una sola foto meglio di quello che chiunque potrebbe fare col telefonino.

Alcuni giorni dopo ho sentito la ragazzina in foto pregare il padre di andare a giocare a calcio e mi si sono subito raddrizzate le antenne. Una femminuccia che voleva andare a giocare a calcio?!? Doveva essere una fuoriclasse, quindi mi sono unito a loro, chiedendo di fare un po’ di foto.

Questa volta ho chiesto alla famiglia di fare brevissime azioni a palla ferma o quasi, per esempio con dei tiri in porta. Il risultato e’ stato subito migliore, ma non bastava. L’errore che presto abbiamo corretto e’ stato che la ragazzina continuava a cercare di segnare, mentre per una foto che vuole mettere in luce il suo movimento questo non era importante.
La fotografia in posa e’ finzione, anche quando ritraiamo la realta’. E’ una situazione mediata, quindi e’ inutile cercare di giocare al meglio. La fotografia e’ costruita, un’azione che richiederebbe un secondo nella realta’ richiede minuti, se non ore, per essere ricostruita e avere un effetto reale in foto.

In queste foto in particolare volevo mettere in evidenza lo sforzo del suo corpo e la bellezza dei suoi muscoli, quindi le ho chiesto di calciare piu’ forte che poteva la palla, senza preoccuparsi di dove sarebbe andata (a patto di non tirarmela addosso, che e’ la parte che fa davvero paura in questo tipo di foto).spiderman_cover

Notate nella foto a lato come ho tracciato due linee, quella blu rappresenta il baricentro, il punto di equilibrio, mentre quella bianca e’ la linea del movimento.

Piu’ la linea del movimento e’ curva, piu’ ci comunica sforzo, quindi azione (velocita’). Notate come questa posizione sia innaturale, e non potrebbe essere tenuta stando ferma perche’ e’ del tutto sbilanciata. Questa impressione di precarieta’ attraverso i suoi arti incurvati ci comunica movimento.

Un chiaro esempio di cio’ e’ il logo di Spiderman. Notate come nel riquadro in alto a sinistra della copertina (Spiderman che corre) la sua gamba tesa sia innaturalmente piegata tanto da descrivere una curva al contrario. Questa e’ stata una scelta grafica, un errore volontario (una licenza poetica, se preferite, per esasperare il suo movimento, quindi comunicare la sua velocita’ in corsa.

Per vedere alcune delle fotografie che ho fatto alla ragazzina appassionata di calcio e sapere come le ho scattate potete clickare QUI.