DOPPIA ESPOSIZIONE

edgar-reed-dbl-exposurePrima di Photoshop esistevano i fotomontaggi, molti di questi, molti di questi effetti continuano a essere usati, anche se con tecniche diverse.

Uno di questi e’ la doppia esposizione, e consisteva nel fare due fotografie e metterle insieme. I miei bisnonni ne avevano una, fatta quando il mio bisnonno era in guerra e la mia bisnonna a casa.
Il fotografo aveva fotografato uno di loro e usato una foto scattata in precedenza per farli sembrare insieme, e il risultato e’ stato notevole.

In passato si usava questo tipo di tecnica (o simili) anche per raggiungere altri effetti artistici, come dare la parvenza di un fantasma, o di un ricordo, o foto divertenti in cui lo stesso soggetto compariva piu’ volte nella stessa foto, o sembrava molto occupato.

La foto al lato, per esempio, mostra lo stesso uomo nella stessa inquadratura, in un effetto che al tempo doveva sembrare¬† strabiliante (e in effetti ancora oggi desta molta curiosita’). Qui si vede chiaramente il modo in cui le due foto sono state unite, a causa del dislivello del tavolo.

Oggi molti artisti continuano a usare queste tecniche, in linea di massima non piu’ per mostrare vicine due persone che non lo sono al momento della foto, ma per creare opera d’arte.

Anche se alcuni continuano a fotografare usando sistemi simili a quelli di una volta, con luci e vetri per creare le trasparenze, ora e’ molto piu’ facile e preciso usare Photoshop (o programmi simili), con l’uso di maschere di cui si puo’ regolare la trasparenza a piacimento.

Di seguito vi propongo alcuni esempi di doppia esposizione in foto trovate in rete…

This slideshow requires JavaScript.

 

Sottoscrivi per aggiornamenti gratuiti!

Lascia un commento